Cerca

Aitic Abruzzo

Associazione Italiana Tecnici Istologia Citologia – Abruzzo

Erogazione Lea. Analisi Gimbe: “Inaccettabili diseguaglianze regionali. Griglia Lea ormai strumento inadeguato”

Studio della Fondazione sugli adempimenti Lea nel periodo 2010-2017. In media le Regioni hanno adempiuto per il 73,7% con una forbice estremamente ampia: dal 92,5% dell’Emilia Romagna al 53,9% della Campania. “Se i punteggi della “griglia lea” rappresentano l’indicatore ufficiale per monitorare l’erogazione delle prestazioni, nel periodo 2010-2017 il 26,3% delle risorse assegnate dallo stato alle regioni non ha prodotto servizi per i cittadini”. Per questo Gimbe invoca un radicale cambio di rotta parallelo all’implementazione del nuovo sistema di garanzia che dal 2020 sostituirà la Griglia lea.

Leggi..

Un’occasione da non perdere per riformare la sanità

Pur trovandomi d’accordo, senza se e senza ma, sulla necessità di rifinanziare la sanità non mi convince una indistinta politica di rifinanziamento cioè il lanciare semplicemente i confetti tra la folla. Non penso che, per difendere la sanità basti rifinanziarla. Credo che a noi serva prima di tutto una nuova definizione di sostenibilità, una definizione non compatibilista con la quale si stabilisca una regola: a meno limiti finanziari si risponde con più valori, con altri valori, con nuovi contro valori.

Leggi…

“I medici abbandonino l’idea di rappresentare da soli la sanità”. Lettera aperta di Beux ad Anelli dopo polemiche su delibera veneta

il presidente della Federazione degli Ordini dei tecnici sanitari di radiologia medica e delle professioni sanitarie tecniche, della riabilitazione e della prevenzione Alessandro Beux ha scritto al presidente della Fnomceo Filippo Anelli a seguito delle polemiche sorte attorno alla recente delibera della Regione Veneto sulle professioni sanitarie.

Leggi…

Corsi laurea professioni sanitarie: in crescita domande per medici, stazionarie quelle per le altre professioni sanitarie. Sbocchi professionali in aumento per attività libero professionale

Rispetto agli anni accademici precedenti il rapporto segnala una diversa percentuale nella ripartizione dei posti fra Lauree triennali e Magistrali a ciclo unico che quest’anno va per il 68% alle professioni sanitarie, il 29% a medicina e chirurgia e il 3% a odontoiatria. Ecco tutti i numeri del Report annuale della Conferenza nazionale dei Corsi di laurea delle Professioni sanitarie curato da Angelo Mastrillo. IL RAPPORTO.

Leggi..

Le pubblicazioni scientifiche ‘spazzatura’ che non aiutano l’Evidence based medicine. Intervista a Tom Jefferson

Per ogni pagina di una pubblicazione scientifica su un trial clinico, possono esserci fino a 8.000 pagine di dati regolatori difficilmente accessibili. “Se non si prendono provvedimenti, rischiamo di essere costretti a dover ignorare le pubblicazioni, in quanto non siamo più in grado di riconoscere eventuali distorsioni o bias”. È quanto ci ha detto in questa intervista Tom Jefferson, del Centre for Evidence Based Medicine dell’Università di Oxford

Leggi…

Inappropriatezza in medicina di laboratorio. Dopo 20 anni di lotta siamo ancora al 33%?

Gentile direttore,
con piacere ho letto l’excursus sull’inappropriatezza in Medicina di Laboratorio e quali siano tuttora le strategie messe in atto per debellarla, a firma prof. Plebani ed altri. I primi studi risalgono alla fine degli anni 90 quando val Walraven C, Naylor CD  pubblicavano il  lavoro “Do we know what inappropriate Laboratory utilization is?”, Jama 1998: 280:550-8; che evidenziò al mondo della Medicina di Laboratorio che “avevamo i tubi che perdevano”.

leggi…

Ridurre l’inappropriatezza in medicina di laboratorio: come, quando e perché

Gentile direttore,
l’appropriatezza rappresenta uno strumento fondamentale per realizzare una Medicina efficace, efficiente e “sostenibile” per il Sistema Sanitario Nazionale. Si definisce “appropriata” una procedura se produce maggiori benefici che danni con un margine sufficientemente ampio da giustificarne l’uso. Sono, invece, definite “inappropriate” le procedure per le quali i rischi di danno per il paziente siano chiaramente superiori ai potenziali benefici. L’appropriatezza in Medicina, quindi, si misura sul singolo paziente analizzando gli esiti clinici e, a livello del Sistema Sanitario Nazionale, analizzandone gli effetti, anche in termini economici, sulla popolazione generale.

leggi…

Il concetto di “positivo” e “negativo” in medicina

La salute (il positivo) viene guadagnata mediante la eliminazione (negazione) della cosa-malattia, per esempio della cellula tumorale (il negativo). Quel male, che è il tumore, viene risolto asportando chirurgicamente o eliminando farmacologicamente (chemioterapia) le cellule tumorali. Ma tale  paradigma determina una serie di problemi anche gravi. Perché in medicina, come in filosofia, il bene, che è la salute, è qualcosa di essenzialmente diverso dalla negazione della malattia

leggi….

CORSI DI LAUREA DELLE PROFESSIONI SANITARIE. Dati sull’accesso ai corsi e programmazione posti nell’ A.A. 2018-19

Mastrillo Report 2018

Crea un sito o un blog gratuitamente presso WordPress.com.

Su ↑