Non certo quelle tradizionali, meno che mai quelle dell’epoca di Vesalio. Ma l’autopsia in chiave terzo millennio sta dando nuovo impulso alla diagnosi e alle ricerche delle patologie cardiache: da quella molecolare, alle analisi mitocondriali con spettrometria di massa, al recupero delle ‘scatole nere’, rappresentate da pacemaker e defibrillatori. Al tavolo autoptico, una montagna di dati aspettano solo di essere recuperati e studiati.

leggi…