Cerca

Aitic Abruzzo

Associazione Italiana Tecnici Istologia Citologia – Abruzzo

Categoria

politica sanitaria

Fabbisogni delle professioni sanitarie 2020/2021. In tutto oltre 45 mila posti tra formazione di base e magistrale. Lo schema di accordo per la Stato-Regioni

di Luciano Fassari

Sono questi i numeri contenuti nel documento che sarà domani all’esame della Conferenza. In particolare, per l’anno accademico 2020/2021, 18.954 le richieste per l’Area infermieristica ed ostetrica, 5.960 per l’Area della riabilitazione, 4.094 per l’Area tecnico-diagnostica e tecnico-assistenziale, 1.337 per l’Area della prevenzione, 13.904 per i Laureati magistrali a ciclo unico in Medicina e 1.261 per i Laureati magistrali farmacista, biologo, chimico, fisico e psicologo. IL TESTO

L’università italiana scala il ranking per discipline: otto dipartimenti tra i primi dieci al mondo

Gli atenei italiani crescono ancora nella classifica Qs Ranking 2020 per materie. Bene Bologna e Politecnico di Milano. Oxford scippa il primato alla Sapienza in Classic & Ancient history

https://www.repubblica.it/scuola/2020/03/04/news/l_universita_italiana_scala_il_ranking_per_discipline_otto_dipartimenti_tra_i_primi_dieci_al_mondo-250193583/

QS World University Rankings, la scalata delle università italiane

Vola il Politecnico di Milano, fa un balzo in avanti Bologna, la Sapienza rientra nelle top 200. La diciassettesima edizione della classifica universitaria più consultata al mondo. Ecco come è andata

https://www.repubblica.it/scuola/2020/06/10/news/qs_world_university_rankings_la_riscossa_delle_universita_italiane-258830210/

Università: in 15 anni perse 37 mila matricole

Ma dal 2014-15 c’è stata una ripresa delle immatricolazioni. Quasi metà laureati pronti ad andare all’estero

https://www.ansa.it/sito/notizie/cronaca/2020/06/11/universita-in-15-anni-perse-37-mila-matricole_0a63c4b5-24e9-492a-9589-464ec2649265.html

Altro che riformisti mancati…in sanità vogliamo una rivoluzione!

La necessità di una riforma del SSN è un’esigenza a cui noi, (P&P come ci ha definiti ‘simpaticamente’ Cavicchi ieri su questo giornale) non ci sottraiamo, ma al contrario la sosteniamo con forza e determinazione. E siamo talmente convinti che il SSN abbia bisogno di una profonda azione riformatrice da avere dato vita, insieme a numerosi altri soggetti, a un forum di discussione per la riforma intitolato a Tina Anselmi, illuminata riformatrice nonché firmataria della legge istitutiva in qualità di Ministro della Sanità

Proia e Polillo: anche loro nella famiglia del riformista che non c’è

Nel loro ultimo articolo su QS, Saverio Proia e Roberto Polillo, sostengono in modo piuttosto perentorio che per la sanità non c’è bisogno di “profonde riforme da riscrivere” dal momento che “basterebbe attuare realmente le leggi approvate”. Una tesi, da ogni punto di vista, decisamente improbabile, che non stupirebbe nessuno di noi se provenisse da persone inesperte ma che provenendo da persone che si reputano più che esperte, lascia molto perplessi

Nuove regole per formazione degli infermieri. Qualcosa non torna

http://www.quotidianosanita.it/lettere-al-direttore/articolo.php?articolo_id=85314&fr=n

 

Esclusività di rapporto e intramoenia anche per infermieri e altre professioni sanitarie. La proposta di legge del PD

Presentata dalla senatrice Paola Boldrini, questa proposta di legge prevede anche l’implementazione delle precedenti leggi di riforma delle professioni sanitarie entrando prevdendo anche norme sullo sviluppo di carriere e sugli incarichi sia professionali che gestionali. IL TESTO DEL DDL

http://www.quotidianosanita.it/governo-e-parlamento/articolo.php?articolo_id=85311&fr=n

 

Il pericolo di una “controriforma”

In futuro, a meno di mettere in campo una “quarta riforma” vera, vedo i rischi di una controriforma cioè vedo i diritti di tutti malati e operatori, costretti a chinare la testa difronte agli obblighi economico-finanziario del paese. E questo nonostante oggi tutti parlino della necessità di riformare il sistema della sanità. Ma di quali riforme si parla in realtà?

http://www.quotidianosanita.it/studi-e-analisi/articolo.php?articolo_id=84570&fr=n

 

Crea un sito o un blog gratuitamente presso WordPress.com.

Su ↑